Dr. Andrea Garelli - Medicina estetica e chirurgo plastico

Infoline Studio Ostia Lido - Linea fissa - Andrea Garelli - www.andreagarelli.it Infoline Studio Ostia Lido - Linea fissa - Andrea Garelli - www.andreagarelli.it Social

Seguimi su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Linkedin Segui il mio canale YouTube Leggi le mie pubblicazioni

Seguimi su:

Seguici su facebook Seguici su twitter Seguici su Linkedin Seguici su YouTube

Cerca

Infoline Studio Ostia Lido - Linea fissa - Andrea Garelli - www.andreagarelli.it
Infoline Studio Ostia Lido - Linea fissa - Andrea Garelli - www.andreagarelli.it
Infofax Studio Ostia Lido - Andrea Garelli - www.andreagarelli.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DocPlanner

Andrea Garelli - docplanner.it

 

 

Pubblicazioni


Martedì, 17 Gennaio 2012 00:00

L’otoplastica

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’otoplastica è una procedura chirurgica che consente di modificare la forma, le dimensioni e l’attaccatura delle orecchie prominenti (cosiddette orecchie “a ventola”, “a sventola” o “ad ansa”) migliorando l’armonia del viso e il proprio senso di autostima.

Il difetto delle orecchie a sventola, infatti, può dar luogo a problemi psicologici legati alla fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Questo tipo di problema inizia a manifestarsi molto presto rispetto ad altri poiché, essendo le orecchie difficili da nascondere, sono da sempre motivo di schernimento nelle comunità adolescenziali conio di variopinti epiteti quali: pentolino, aeroplano, tazzina di caffè, 500 con gli sportelli aperti… ecc… Questa particolare forma del padiglione auricolare è da attribuirsi per lo più ad una malformazione congenita che può essenzialmente essere dovuta a due alterazioni: ipertrofia della conca e/o mancanza della piega dell’antelice (margine superiore ripiegato dell’orecchio).

Non esistono limiti di età per sottoporsi ad una otoplastica, ma è preferibile aspettare la fine dello sviluppo del padiglione auricolare o l’insorgere di una forte motivazione personale.

Nei bambini questo tipo di intervento è eseguito generalmente tra i 6 e i 14 anni (previa firma congiunta dei genitori del consenso informato e diagnosi accertata di disturbo psicologico del minore) ma è frequentemente richiesto anche dagli adulti ottenendo lo stesso ottimo risultato estetico.

L’otoplastica è una tecnica che agisce essenzialmente sulla cartilagine auricolare che viene modellata e riavvicinata al capo.

Viene effettuata un’incisione del solco posto dietro l’orecchio e rimossa la piccola losanga di cute che copre la cartilagine deformata.

Successivamente la cartilagine viene rimodellata, viene ripristinato il rilievo dell’antelice e corretta la conca, che, quando è troppo grande, viene ridotta asportandone una parte.

Questo intervento dura circa un ora e trenta e viene normalmente eseguita in regime di day-hospital.

Negli adulti e negli adolescenti viene generalmente effettuata l’anestesia locale a volte abbinata ad una lieve sedazione (ciò significa che sarete svegli e rilassati ma insensibili al dolore), mentre nei bambini è prediletta l’anestesia generale.

Alla fine dell’intervento viene applicata una fasciatura a forma di turbante intorno alla testa in modo da proteggere entrambe le orecchie.

Più che dolore il paziente avvertirà una sensazione di fastidio nel periodo post-operatorio in genere molto lieve e comunque di breve durata e ben controllato con terapia antidolorifica e antibiotica.

La chirurgia estetica delle orecchie è una procedura chirurgica abbastanza semplice, ma comunque una procedura chirurgica vera e propria, quindi necessita di uno studio della persona tramite esami ematochimici ed accurata anamnesi e deve essere eseguito da specialisti in chirurgia plastica e naturalmente all’interno di strutture autorizzate.

 

Letto 4033 volte Ultima modifica il Mercoledì, 31 Dicembre 2014 15:00

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.