Mastopessi

Mastopessi: il lifting al seno

La Mastopessi (Lifting del seno) è un intervento di chirurgia estetica, molto richiesto, che ha lo scopo di sollevare la mammella e riposizionare il complesso areola/capezzolo nella posizione corretta. Questa procedura chirurgica, è rivolta a tutte quelle pazienti che vogliono rimodellare il proprio seno, sia ingrandendolo sia conservando il loro volume naturale. In entrambi i casi, si otterranno mammelle dall’aspetto più giovanile, più alte e soprattutto più rassodate.
L’abbassamento (ptosi) della mammella è un evento fisiologico, legato alla perdita di elasticità dei tessuti e alla forza di gravità che si hanno con l’avanzare dell’età; tuttavia diversi sono i fattori che possono accelerare questo processo e modificare  la forma e la tonicità delle mammelle, tra questi i più importanti sono rappresentati da rapidi ed importanti diminuzione di peso, gravidanza e allattamento. È questo il motivo per cui questa condizione è a volte presente anche in donne molto giovani. Possono sottoporsi a questo tipo di intervento tutte quelle pazienti con un seno di forma calata, con un tessuto mammario di consistenza lassa, ed anche tutte quelle donne con un capezzolo che guarda verso il basso e che talvolta si trova al di sotto del solco sottomammario. Quando è associato un volume non soddisfacente, è possibile inserire durante lo stesso intervento, protesi mammarie in gel coesivo di silicone. L’intervento di mastopessi può essere effettuato a qualunque età, ma in genere è preferibile aspettare la fine dell’età dello sviluppo.

Intervento chirurgico

Misure, disegni e fotografie, che sono una parte essenziale dell’operazione, sono eseguiti prima che la paziente venga addormentata. La durata dell’intervento è da un’ora e mezzo a tre ore a seconda dell’entità delle correzioni da eseguire, ed anche l’estensione delle cicatrici è in proporzione al tipo di correzione effettuata. L’anestesia è locale con sedazione o generale. A volte può essere necessario posizionare un piccolo drenaggio che si rimuove dopo 2-3 giorni. Normalmente il ricovero è in day hospital. Il ritorno alle normali attività quotidiane è graduale e consigliato in 7-10 giorni. Il ritorno all’attività sportiva è consentito dopo 6-8 settimane.

Cosa aspettarsi dopo l’intervento

Dolore, che raramente è forte; molto più comunemente è presente un senso di fastidio ma comunque  sempre controllabili con analgesici da assumere a casa. Gonfiore, sempre presente dopo l’intervento e si riduce gradualmente fino a scomparire completamente nel giro di 15/30 giorni.

Possibili complicanze

Le complicanze sono molto rare e generalmente rispondono ad un trattamento adeguato senza compromettere il risultato finale dell’intervento. Sanguinamento ed ematoma, a causa di sangue che si può accumulare nella mammella. In questi casi è necessario riaprire una piccola parte delle ferite per il sangue accumulato. Infezioni, molto rare, rispondono bene a trattamento antibiotico. Perdita di sensibilità del capezzolo, generalmente temporanea, si riacquista completamente con il tempo. In rarissime occasioni essa può essere permanente.

Vuoi sottoporti ad un intervento di rinoplastica?

Fissa un appuntamento per un consulto presso i nostri studi a Roma